ATI Prisma 2: trentasei milioni di euro per le Piccole e medie imprese umbre

Ati_Loghi_ok_4

 

Fidindustria Umbria fa parte dell’Associazione temporanea d’imprese A.T.I. Prisma 2,  che  gestisce i fondi di cui all’Attività «c2» «Servizi finanziari alle PMI» – POR FESR 2007- 2013 – Regione Umbria.

Fino al 30 giugno 2016, potranno essere presentate le domande per l’ottenimento degli interventi di garanzia per il rischio di insolvenza su finanziamenti.

Destinatari degli interventi
Piccole e medie imprese, come definite dal decreto MAP del 18 aprile 2005 pubblicato in G.U. n. 238 del 12 ottobre 2005, appartenenti a tutti i settori economici ad esclusione delle imprese operanti nei seguenti settori: pesca e acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli, industria carbonifera, industria siderurgica, costruzione navale e fibre sintetiche.

Le imprese beneficiarie dovranno avere sede legale e operativa nel territorio regionale, oppure solo sede operativa su cui ricadano evidenti benefici di un piano di sviluppo aziendale.

I vantaggi per le imprese beneficiarie

Le garanzie per il rischio d’insolvenza su finanziamenti consentono:

  • una rilevante riduzione del costo rispetto alle garanzie rilasciate a prezzi di mercato, perché concesse in Regime di Aiuto di Stato – Regolamento De Minimis;
  • un’importante miglioramento delle condizioni di accesso al credito, perché la percentuale garantita può arrivare fino all’80% del finanziamento richiesto.

Finalità

a)     Finanziamenti per programmi d’investimento in beni materiali e immateriali, iscritti nel Registro dei beni ammortizzabili, da realizzare o in corso di realizzazione alla data di presentazione della domanda;

b)     Finanziamenti condizionati ad aumento di capitale sociale di importo almeno equivalente, qualora siano connesse ad un piano finalizzato allo sviluppo e/o all’espansione delle attività d’impresa

c)     Finanziamenti per consolidamento di passività bancarie e rinegoziazione di prestiti bancari.

d)     Finanziamenti per fabbisogni di capitale circolante connesse ad un piano finalizzato allo sviluppo e/o all’espansione delle attività d’impresa; in caso di acquisto scorte l’importo massimo è pari al 20% del fatturato dell’esercizio precedente.

I Fondi costituiti in attuazione della misura sono:
•Fondo per investimenti in capitale di rischio: 26,4 mio di euro.
•Fondo per la concessione di garanzie a favore di PMI: 9,68 mio di euro.

Per i dettagli vai al sito

Scarica la brochure