Bazzica, Qfp e Face4Job sul podio del Premio Best Practices per l’Innovazione

Carlo Bazzica al centro con il Premio. A destra Paolo Bazzica.

Carlo Bazzica al centro con il Premio. A destra Paolo Bazzica.

È stata l’azienda di Trevi Bazzica Engineering ad aggiudicarsi il primo posto del premio Best Practices per l’Innovazione  tra le oltre 100 partecipanti provenienti da tutta Italia. La manifestazione, alla sua ottava edizione, è organizzata dal Gruppo Servizi Innovativi e Tecnologici di Confindustria Salerno presieduto da Giuseppe De Nicola. Bazzica Engineering Srl, azienda di progettazione del Gruppo Bazzica, ha vinto con il progetto per una macchina per stampare blocchi di polistirolo espanso da usare in edilizia. “La vittoria di questo premio ci riempie di orgoglio – ha affermato Carlo Bazzica, titolare dell’azienda di Trevi– il progetto che abbiamo messo a punto riguarda un sistema di costruzione antisismico e isolante, costituito da casseri in polistirolo autoportanti (prodotti da Bazzica srl, altra azienda del gruppo) per strutture edilizie a pareti in cemento armato. Tali casseri, una volta assemblati tra loro con semplici operazioni consentono di realizzare pareti portanti in calcestruzzo armato già coibentate”. Le pareti costruite con questi blocchi e rivestite di cemento armato, oltre a essere antisismiche, possono far risparmiare fino all’80% dei costi di riscaldamento e di condizionamento.

Sul podio anche un’altra impresa umbra la QFP di Spoleto, azienda specializzata in sistemi di scansione 3D e servizi di progettazione per il settore aeronautico, che ha sviluppato per Agusta Westland un impianto di scansione e misurazione in 3D robotizzato riducendo di oltre il 60% i tempi delle lavorazioni delle fusioni nell’ambito dell’ingegneria aeronautica.

Il Premio Best Practices per l’Innovazione ha istituito anche cinque menzioni speciali: quella del Web Upstart è stata assegnata all’altra azienda umbra, Face4Job di Terni, la startup innovativa che ha ideato una piattaforma che permette, in sole quattro mosse, di far incontrare a ogni azienda in cerca di personale il candidato più adatto.

Il Premio Best Practices per l’Innovazione, nato nel 2006, è rivolto alle aziende del settore manifatturiero e dei servizi che abbiano realizzato un progetto innovativo (tecnologico, di prodotto, di processo, sociale etc) con risultati dimostrabili e misurabili.

L’iniziativa è cresciuta di anno in anno, registrando importanti risultati in termini di partecipazione e accreditandosi, non solo nel mondo confindustriale italiano ma anche nel panorama mondiale di investitori in tecnologie e multinazionali a caccia di buone prassi tecnologiche di cui l’Italia sembra essere maestra a livello mondiale. Dopo un tour in 12 regioni e un’ampia promozione sul web, hanno aderito all’edizione di quest’anno 116 progetti (50 aziende e 66 startup) provenienti da tutta Italia. Complessivamente sono state cinque le aziende umbre che hanno partecipato alla manifestazione.

La cerimonia delle premiazioni si è svolta nei giorni scorsi al Lloyd’s Baia Hotel di Vietri.