Credito: firmato accordo tra Confindustria Umbria e Veneto Banca

Da sinistra Ernesto Cesaretti, Confindustria Umbria e Fabrizio Mora Veneto Banca

Da sinistra Ernesto Cesaretti, Confindustria Umbria e Fabrizio Mora Veneto Banca

Una convenzione creata per dare risposte alle imprese associate a Confindustria Umbria è stata firmata venerdì 26 luglio 2015 a Perugia dal Presidente di Confindustria Umbria Ernesto Cesaretti e da Fabrizio Mora, Responsabile della Direzione Centro Italia di Veneto Banca.

L’accordo prevede finanziamenti a condizioni agevolate, sia a breve che a medio-lungo termine, per le aziende associate a Confindustria Umbria impegnate in investimenti produttivi, investimenti finalizzati all’internazionalizzazione e all’export, innovazione, ricerca e sviluppo.

Finalità strategiche accanto alle quali non manca l’attenzione alle attività più ordinarie come il sostegno al capitale circolante e l’anticipo dei contributi.

Tra i valori aggiunti della collaborazione tra Associazione degli industriali umbri e Direzione Centro Italia di Veneto Banca la sinergia nelle attività di istruzione delle pratiche e monitoraggio.

Termine per accedere alle condizioni contenute nell’accordo è il dicembre 2015, 500mila euro l’importo massimo del finanziamento ottenibile da ogni impresa richiedente, ferma restando la possibilità di soluzioni ad hoc caso per caso.

“In particolare vorrei sottolineare – ha detto il presidente di Confindustria Umbria, Ernesto Cesaretti – che nell’accordo è prevista una forma di credito per l’anticipo dei contributi Regionali e per il finanziamento dei conseguenti investimenti. Questa opportunità è costruita in linea con gli strumenti attualmente offerti dagli incentivi della Regione Umbria con i bandi per i progetti di innovazione aziendale per la ricerca e sviluppo e per le start up innovative finalizzati a sostenere progetti di innovazione di prodotto o processo e progetti di ricerca e sviluppo”.

“Le nostre aziende vanno aiutate nella concretezza dei loro bisogni, nell’operatività quotidiana come negli investimenti di medio-lungo termine. La risposta migliore che possiamo dare è mettere a disposizione linee di credito e servizi come quelli che abbiamo siglato oggi – ha sottolineato Fabrizio Mora, Responsabile Direzione Centro Italia di Veneto Banca -. Da parte nostra ci sentiamo in prima linea con le aziende e le associazioni di categoria per supportare il tessuto produttivo nell’affrontare la crisi e nel cogliere le opportunità di ripresa. Un impegno che riteniamo sia stato sempre recepito dal tessuto socio-economico umbro, dove il numero e la fiducia della clientela è in equilibrata e costane crescita”.

Tra le altre iniziative portate avanti da veneto Banca in regione, anche l’attività di promozione delle reti d’impresa, in collaborazione con le associazioni di categoria locali e AssoretiPmi.

 

Veneto Banca è una banca popolare con oltre 135 anni di storia, a capo di uno dei 14 gruppi bancari italiani di interesse sistemico a livello europeo. Opera sul territorio nazionale sia con la propria rete di filiali sia con altre banche e società controllate. La Direzione Centro Italia dell’Istituto ha sede a Fabriano e conta circa 60 filiali tra Marche, Umbria, Romagna e Lazio.