Face4Job e Gi Group partner di Microsoft per la ricerca e formazione del personale

Milano, 4 maggio 2015 – Microsoft fa squadra con Face4Job e Gi Group per sostenere la dinamicità del mercato del lavoro in Italia e facilitare l’incontro tra domanda e offerta di expertise tecnologiche a supporto della crescita del settore ICT e dell’innovazione del nostro Paese. In uno scenario in cui, nonostante i segnali di miglioramento, il tasso di disoccupazione italiano resta ancora significativo, Microsoft dà forma al progetto skills4you annunciando una partnership strategica con Face4Job e Gi Group in modo da semplificare il processo di recruitment di figure specializzate e l’inserimento presso il proprio ecosistema di oltre 9.000 Partner che sul territorio italiano fanno parte del Microsoft Partner Network. In particolare l’iniziativa intende offrire aiuto agli operatori ICT per le nuove assunzioni e contribuire alla formazione per l’upskilling delle figure professionali già attive presso i Partner.

Recruiting e formazione rappresentano i pilastri di questo progetto che si compone di 3 elementi: un portale per migliorare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro realizzato in collaborazione con Face4Job, una Academy per neolaureati organizzata con GI Group e una Virtual Academy realizzata da Microsoft per la formazione delle risorse già operative presso i Partner. Scopo del progetto: aiutare le realtà italiane dell’ICT a crescere dotandosi delle expertise necessarie per cogliere le opportunità di business legate ai nuovi trend tecnologici, ma soprattutto riqualificare la filiera ICT per offrire alla aziende italiane interfacce in grado di guidarle nel proprio processo di innovazione.

RECRUITING

 Un portale a supporto dell’incontro tra domanda e offerta di lavoro con un nuovo canale dedicato all’ICT

Leva importante del progetto  la partnership con Face4Job, piattaforma social di incontro tra domanda e offerta di lavoro, che insieme a Microsoft ha dato vita al canale skills4you dedicato alle opportunità più interessanti del mondo ICT, su cui Microsoft e i Partner possono cercare i migliori talenti pubblicando le proprie offerte e su cui i candidati possono inserire CV e video-candidature, gratuitamente e senza intermediazione. L’algoritmo di matching di Face4Job garantirà l’incrocio ideale tra aziende e candidati in linea con le competenze richieste.

Del resto l’esperienza di Face4Job, che, in virtù dei quasi 170.000 incroci realizzati nella sola ultima settimana può essere considerato un interessante barometro del mondo del lavoro, mostra che il fenomeno del mismatching, ovvero del gap tra la richiesta di skill specifiche da parte delle aziende e la disponibilità delle stesse tra i candidati, è tipico del mercato ICT e abbastanza diffuso su tutto il territorio italiano con una media del 13% (quasi il doppio rispetto alla media del resto del mondo pari al 7%) e con percentuali che variano dal 4% della Liguria al 53% del Lazio. A dispetto quindi delle grandi opportunità di impiego offerte dal settore ICT esiste uno “skill deficit” che occorre colmare e in questa direzione si muove l’iniziativa skills4you: al momento sono già saliti a bordo circa 50 Partner di Microsoft, ma nei prossimi mesi il canale verrà arricchito da molteplici altri soggetti per diventare un vero e proprio hub HR per la ricerca di professionalità ICT.

FORMAZIONE

 Un’academy per i neolaurati e modalità facilitate d’inserimento in azienda

Oltre alla semplificazione del recruiting, altro elemento fondamentale del progetto skills4you è la facilitazione dell’inserimento in azienda per i neolaureati con l’obiettivo di colmare il gap culturale tra il mondo accademico e quello del lavoro. Grazie alla partnership con Gi Group nei prossimi mesi, Microsoft darà vita alla Microsoft Academy, rivolta a neolaureati che avranno modo di acquisire skill importanti sulle nuove tecnologie e certificazioni utili ad allineare il proprio profilo con le richieste del mondo del lavoro in modo da risultare più appealing per le imprese ICT e poi essere inseriti direttamente in azienda grazie a modalità innovative offerte da GI Group ai partner Microsoft.

Training per giovani e professionisti del settore ICT

Oltre a fare sistema con Face4Job e Gi Group per semplificare non solo il matching tra domanda e offerta di figure ICT, ma anche il loro accesso e percorso all’interno del mondo del lavoro, Microsoft metterà a disposizione il proprio know-how sui nuovi trend tecnologici, erogando formazione in linea con le esigenze del mercato, proprio con l’obiettivo di ridurre lo “skill shortage”. Attraverso i corsi online di Microsoft Virtual Academye il programma rivolto a studenti, neolaureati e professionisti, sarà possibile acquisire skill importanti sulle nuove tecnologie e restare sempre aggiornati in una logica di life-long learning.   

In uno scenario in cui l’elevato tasso di disoccupazione soprattutto tra i giovani descrive una situazione socio-economica ancora delicata, è chiaro che il settore ICT rappresenta una grande opportunità e in effetti è uno dei mercati maggiormente dinamici: l’ultima indagine CEPIS stima oltre 900.000 posti di lavoro vacanti in Europa entro il 2020. Eppure esiste un deficit di professionisti qualificati, che frena la capacità dell’Europa di rilanciare la competitività economica. Un quadro che necessita l’impegno di tutti i protagonisti della filiera per offrire formazione o opportunità di crescita in linea con gli attuali trend economici e proprio con questo obiettivo Microsoft ha dato avvio al programma skills4you, un’iniziativa di sistema che coinvolge soggetti esperti in ambito HR e che interessa l’intero network di Partner Microsoft radicati sul territorio. Se si pensa che l’Italia è il Paese europeo con il più basso tasso di professionisti ICT under 30, appare ancora più evidente l’importanza di aiutarli a maturare competenze in linea con le esigenze del mercato e di semplificarne l’accesso al mondo del lavoro. Investire sui giovani significa del resto investire sulla loro capacità di guidare la trasformazione digitale delle aziende e di conseguenza contribuire all’innovazione e alla crescita dell’intero nostro Paese”, ha commentato Vincenzo Esposito, Direttore della Divisione Piccola e Media Impresa e Partner di Microsoft Italia.

“Mettere in relazione il mondo degli studenti e dei candidati direttamente con le aziende, facilitando i processi di connessione in una fase preliminare, è una delle soluzioni al mismatching – afferma Alessio Romeo, CEO di Face4Job – Solo con l’ascolto dei bisogni dei territori e delle attività produttive presenti direttamente su di essi, solo con la comprensione anticipata delle esigenze professionali reali, si può riuscire a concretizzare percorsi formativi coerenti secondo gli skills più idonei e realmente necessari per uscire dalla crisi economica attuale. Face4Job è un ottimo strumento per agevolare i processi di interconnessione e per la comprensione delle problematiche – grazie ad una mirata geolocalizzazione del mercato del lavoro – e delle soluzioni stesse, spesso già presenti e solo da attualizzare. skills4you opera in questa direzione, e Face4Job con la partnership con Microsoft inaugura una serie di azioni volte a risolvere il mismatching con il matching delle attitudini legato alla formazione specifica dei talenti su richiesta dei vari settori delle economie”.

Questo progetto conferma il valore dei servizi di orientamento, formazione e introduzione al mondo del lavoro che Gi Group dedica ai giovani talenti interessati alle professionalità del comparto ICT. In un contesto dove la richiesta di personale qualificato è superiore al numero dei candidati disponibili – afferma Francesco Baroni, Business Innovation & Technology Management Senior Executive di Gi Groupla grande sfida è quella di attrarre, incontrare e qualificare i giovani neolaureati. Tutorship, training e introduzione al contesto aziendale; sviluppo manageriale e professionale coerente, aggiornamento continuo e certificazione delle competenze: questo è il nostro lavoro e quello che, attraverso il portale www.qibit.it, intendiamo promuovere tra gli operatori di settore. La partnership con Microsoft è una grande opportunità per realizzare questa nostra vision, e la concretizzazione di quanto suggerito da Cushing Anderson nel presentare uno studio commissionato dalla stessa Microsoft: ‘Invece che lasciare aperta una posizione per un anno aspettando il candidato con l’insieme perfetto di competenze, assumete qualcuno di buon potenziale, formatelo e preparatelo a ricoprire quel ruolo’“.

 ***

 Face4Job

Face4Job, fondata l’1 agosto 2013, nasce dall’intuizione di Alessio Romeo, ingegnere con la passione per il digitale. La volontà di dare una svolta innovativa al settore dell’information tecnology applicato alle aziende nella ricerca di personale qualificato senza intermediazione, fanno scattare l’idea rivoluzionaria da cui nasce Face4Job, start up vincitrice del Bando Europeo a sostegno dell’innovatività per le PMI nel febbraio 2014. www.face4job.com