Internazionalizzazione. Incontro con l’ambasciatore armeno in Italia. 12 novembre

“Il Made in Italy” gode in Armenia di grande popolarità, tanto da essere ritenuto unanimemente sinonimo di gusto, eleganza e qualità. Tale percezione da parte dei consumatori armeni costituisce senza dubbio un importante punto di vantaggio per i prodotti italiani. Il prossimo ingresso dell’Armenia nell’Unione Doganale con Russia, Bielorussia e Kazakistan (previsto entro la fine dell’anno), se da un lato potrà comportare l’aumento dei dazi su talune categorie merceologiche, dall’altro è suscettibile di offrire a chi decida di investire in questo Paese un mercato ben più ampio di quello attuale per la diffusione dei propri prodotti. L’Armenia, geograficamente parlando, può fungere ottimamente da anello di congiunzione tra i mercati asiatici ed il Medio Oriente. Essa rappresenta, potenzialmente, un hub logistico per i Paesi emergenti. I dati mostrano che le nostre esportazioni verso l’Armenia sono in costante aumento e che cresce progressivamente la domanda di beni italiani, soprattutto nei settori tradizionali (moda, agroalimentare, beni di lusso, meccanica). Da non sottovalutare, in ogni caso, anche le opportunità offerte in comparti più “all’avanguardia” (energie rinnovabili, biomedicale, IT, rifiuti etc.), dove le nostre imprese vantano un alto grado di specializzazione.

 

PROGRAMMA

ore 15,30 – Registrazione partecipanti a seguire incontro con S.E. Sargis Ghazaryan – Ambasciatore della Repubblica d’Armenia in Italia

Per informazione e per partecipare all’incontro: uexp@exp.it