Intervento del presidente Fausto Maria Pascoletti

CONFERENZA STAMPA SU:
“ACCORDO ASSINDUSTRIA PERUGIA E
UNIVERSITA’ DI PERUGIA PER
L’ACCESSO ALLA RETE INTERNET”

Perugia, 11 ottobre 1995

INTERVENTO DEL PRESIDENTE
FAUSTO MARIA PASCOLETTI

Gentili Signori,

Vi ringrazio per aver accettato il nostro invito alla conferenza stampa congiunta di presentazione dell’accordo stipulato tra l’Assindustria Perugia e l’Universita’ degli Studi di Perugia.

L’accordo – come sapete – e’ relativo all’inserimento della nostra associazione e delle aziende ad essa aderenti nella rete internet, realizzato attraverso il Centro di Calcolo Elettronico dell’Universita’.

Tocchera’ agli altri relatori il compito di illustrare dal punto di vista tecnico il significato e le potenzialita’ della rete Internet.

Nel mio intervento mi limito a sottolineare il significato politico-istituzionale di questa iniziativa, che per molti versi rappresenta una novita’ assoluta nel mondo dell’associazionismo imprenditoriale italiano.

Per cominciare richiamo l’importanza di questa iniziativa con l’Universita’ nel quadro del protocollo d’intesa sottoscritto gia’ nel 1990 e relativo alla ricerca di maggiori sinergie tra mondo accademico e mondo industriale.

Non c’e’ dubbio che l’attuale evoluzione dei mercati richieda un impegno crescente delle aziende sul piano dell’aggiornamento tecnologico e degli strumenti di gestione.l’Universita’ degli Studi, nelle sue varie articolazioni, rappresenta una struttura certamente in grado di offrire un’efficace sostegno al processo di innovazione industriale.

Proprio nell’ambito del protocollo d’intesa esistente tra l’Universita’ degli Studi di Perugia e la nostra associazione abbiamo dunque ritenuto quanto mai utile valorizzare le ricerche e le conoscenze prodotte dall’Universita’ degli Studi nell’ambito della rete Internet per lo sviluppo di sinergie e reciproche potenzialita’.

Se da un lato l’Universita’ dispone delle risorse tecnologiche necessarie, dall’altro l’Associazione puo’ offrire un’aggiornata conoscenza della realta’ produttiva locale: il risultato e’ l’elaborazione e lo sviluppo di specifici programmi di ricerca, la loro applicazione in funzione delle esigenze specifiche dell’imprenditoria locale.

E’ il caso, appunto, dell’inserimento dell’associazione e delle sue aziende nella rete Internet.

Uno strumento la cui utilita’, per quel che riguarda le aziende, puo’ essere riassunta nei seguenti punti.

Innanzitutto, la possibilita’ per le imprese di far meglio conoscere all’estero – ad una utenza potenziale di quaranta milioni di soggetti – le proprie attivita’ ed i propri prodotti. e’ un punto fondamentale: siamo infatti convinti della necessita’ che l’imprenditoria locale valorizzi al meglio le proprie potenzialita’, facendo meglio conoscere il ‘made in umbria’ nelle sue diverse espressioni imprenditoriali.

Sara’ poi possibile, per le singole aziende, rafforzare il dialogo e quindi le opportunita’ di conoscenza e di collaborazione. E’ un capitolo altrettanto importante, che rimanda al bisogno crescente, specie per le imprese di piccole e medie dimensioni, di sinergie operative. in altre parole, il dialogo che Internet consente su scala planetaria deve essere sfruttato anche su base locale e nazionale, favorendo le intese e lo scambio di collaborazione, soprattutto tra aziende attive nello stesso comparto produttivo.

Puo’ essere questo strumento, appunto, il primo passo per la diffusione organica a livello nazionale del sistema industriale presente nella nostra provincia, da me auspicata, anche con l’ausilio delle Istituzioni locali, nella riunione di Giunta della nostra Associazione dello scorso 25 settembre. Si tratterebbe di un proficuo scambio di rapporti collaborativi con altre aziende nazionali, specie con quelle dislocate al nord che in questo momento, come ben sappiamo, sono alla ricerca di subfornitori e di aree dove sia agevole dislocare investimenti produttivi.

Le grandi potenzialita’ di Internet derivano quindi dal duplice uso che e’ possibile fare di questo strumento: un uso che riguarda, al tempo stesso, sia il versante ‘pubblicitario’ che quello della ‘comunicazione’. Esso non serve cioe’ soltanto a farsi conoscere, a presentare all’esterno i propri servizi e le proprie attivita’, ma anche a velocizzare le comunicazioni, con tempi e possibilita’ che finiranno progressivamente per sostituire il fax, il telex e forse anche il telefono.

Dal punto di vista dell’Associazione, quest’ultima iniziativa risponde ad una scelta operativa e strategica finalizzata essenzialmente all’innovazione sul versante dei servizi. nell’attuale contesto competitivo, il ruolo di un’Associazione imprenditoriale e’ proprio quello di un crescente supporto alle imprese sul versante strategico dei servizi, della consulenza, degli strumenti informativi e delle nuove tecnologie.

L’accesso ad Internet realizzato attraverso l’Universita’ rappresenta – insieme alla rete telefonica privata virtuale messa a punto d’intesa con Telecom proprio in questi giorni – una risposta alle nuove esigenze indotte dalla globalizzazione dei mercati, una risposta indispensabile per consentire alle nostre piccole e medie imprese di mantenere un’adeguata capacita’ competitiva e di aprirsi nuovi spazi di crescita.