Pmi Day 2016: venerdì 11 novembre porte aperte in 16 aziende umbre

Tutti in azienda venerdì 11 novembre per la settima edizione del Pmi Day: saranno 40.000 i partecipanti alle visite organizzate nelle oltre 950 imprese che hanno aderito all’iniziativa che Piccola Industria promuove in collaborazione con 70 Associazioni del Sistema Confindustria.

All’iniziativa aderisce come ogni anno anche Confindustria Umbria coinvolgendo in questa occasione sedici aziende e quindici scuole, che fanno parte di undici Istituti Secondari Superiori del territorio.

“Ogni anno partecipiamo convintamente al Pmi Day – ha sottolineato Anna Maria Baldoni, presidente di Piccola Industria Confindustria Umbria – perché crediamo rappresenti una delle strade più fruttuose per la promozione della cultura imprenditoriale e per la conoscenza diretta della struttura e del funzionamento delle imprese manifatturiere. Ogni anno sono sempre di più le aziende che aderiscono con entusiasmo e collaborazione a questa iniziativa nata per avvicinare le giovani generazioni al mondo delle imprese e che dedicano tempo ad accompagnare i ragazzi nei luoghi dove il valore della competenza e la cultura del fare danno vita a prodotti e a servizi che sono il fulcro dell’eccellenza e la forza della nostra economia”.

Le imprese umbre che quest’anno hanno aderito sono: Birra Flea, Brunello Cucinelli, Cartotecnica Tifernate, Cerasa Mechanics, Elcom System, Fratelli Canalicchio, Dimore di San Crispino Resort, Giardini, Gruppo Lungarotti, Ipi, Italeaf, Tecnocarta, Terex Operations Italy, Tk Ast, Umbria Gas e Villa Salus.

Nella mattinata di venerdì 11 novembre, oltre 500 studenti di alcune classi degli istituti d’istruzione superiore visiteranno le sedi produttive delle aziende per scoprire come nasce un prodotto, ma soprattutto per conoscere il ruolo fondamentale che l’impresa svolge nell’economia e nella società. Alcune altre visite che rientrano nell’iniziativa, inoltre, si svolgeranno nelle prossime settimane.

Si tratta di un’iniziativa di grande rilevanza per gli imprenditori e le loro aziende e che consente di far emergere l’articolato impegno a favore della diffusione della cultura d’impresa, declinato in particolare sulle tematiche che riguardano: l’alternanza scuola-lavoro con la quale si innova profondamente la didattica, rendendo strutturale il rapporto tra formazione e lavoro. In questa prospettiva, dunque, il Pmi Day rappresenta una qualificata attività che può essere inclusa nella progettazione dei percorsi di alternanza.

Con questo appuntamento, che è negli anni fortemente cresciuto, studenti e insegnanti, ma anche giornalisti e amministratori locali, avranno l’opportunità di entrare nelle imprese e conoscere l’attività e l’impegno degli imprenditori e delle persone che vi lavorano.