Confindustria Umbria News

Il notiziario di Confindustria Umbria

Gestione delle risorse umane: presentato online il vademecum delle Multinazionali e Grandi Imprese umbre

Illustrata la Guida operativa sul "Performance management". Ospiti del webinar il Ceo di Lamborghini e il Dg di Ericsson

Perugia, 20 novembre 2020 – Aiutare gli imprenditori e i loro collaboratori ad implementare in azienda un metodo di gestione del personale che consenta di passare dalla esecuzione di compiti al lavoro per obiettivi. È questa la finalità della Guida operativa sul “Performance management” redatta dalla Comunità manageriale Risorse Umane del Comitato Multinazionali e Grandi Imprese di Confindustria Umbria, presentata in occasione del webinar “Come valorizzare le persone in un contesto ipercompetitivo. Il ruolo del Performance management”. Oltre cento i partecipanti all’evento online, al quale sono intervenuti Antonio Alunni, Presidente di Confindustria Umbria, Massimiliano Burelli, Delegato Comunità Multinazionali e Grandi Imprese di Confindustria Umbria, Luca Villa, Coordinatore della Comunità HR, Stefano Domenicali, Ceo di Lamborghini, e Alessandro Francolini, General manager di Ericsson.

Antonio Alunni, Massimiliano Burelli, Luca Villa, Stefano Domenicali e Alessandro Francolini durante il webinar di presentazione della Guida sul “Performance management”

Lo Starter kit pubblicato dal gruppo di manager delle risorse umane, il terzo dopo quelli dedicati a “Sistema di controllo interno” e “Lean production”, raccoglie le migliori pratiche delle multinazionali presenti sul territorio regionale in materia di gestione delle prestazioni, per metterle a disposizione delle realtà produttive meno strutturate.

“La gestione delle risorse umane – ha sottolineato il Presidente di Confindustria Umbria, Antonio Alunni – è uno dei temi essenziali per la continuità delle nostre aziende, che si fondano non solo su impianti, macchine e attrezzature ma soprattutto sul capitale umano, che va gestito e incoraggiato. È indispensabile valorizzare il contributo dei collaboratori in azienda, per gli effetti positivi che ne possono derivare per l’organizzazione e per instaurare un clima collaborativo e meritocratico”.

Il ruolo della persona come leva per costruire la competitività delle aziende: questo il principio al centro del vademecum, che si caratterizza per un taglio semplice e ispirato alla massima concretezza.

“Dalla mia esperienza manageriale – ha spiegato il Delegato Comunità Multinazionali e Grandi Imprese di Confindustria Umbria, Massimiliano Burelli – ho tratto il convincimento che le persone possano fare la differenza. Credo che il compito principale del vertice dell’impresa sia proprio quello di sostenere e facilitare l’emersione di questo grande bacino di energie positive attraverso un’azione servente che mira a far esprimere a tutti gli operatori dell’azienda i talenti di cui sono portatori. Lo spirito di questo lavoro ricalca quello dei due precedenti Starter kit e conferma la volontà di mettere a disposizione degli imprenditori e dei loro collaboratori alcune istruzioni utili per avviare un processo di cambiamento”.

La Guida è destinata principalmente alle piccole e medie imprese che non sono dotate di uno strumento di gestione della performance dei propri dipendenti, ma si rivolge anche alle aziende che già lo utilizzano, per approfondire le possibilità di interazione con altri strumenti di gestione delle risorse umane.

“Questo sistema – ha evidenziato il Coordinatore della Comunità HR di Confindustria Umbria, Luca Villa – consente di dialogare in modo trasparente con i propri dipendenti riguardo agli obiettivi loro assegnati, riguardo cioè al contributo che ogni persona all’interno di un’azienda, piccola o grande che sia, dà al raggiungimento dei risultati aziendali. Ciò comporta un cambio di paradigma importante, agevolando il passaggio dal lavorare per compiti al lavorare per obiettivi. In questo modo le persone saranno più partecipi delle finalità dell’azienda e anche più motivate. Lavorare per obiettivi si lega infatti a concetti come delega, fiducia e senso di responsabilità”.

Ospiti della tavola rotonda Stefano Domenicali, Ceo di Lamborghini, e Alessandro Francolini, General manager di Ericsson, che ripercorrendo le tappe della loro esperienza professionale si sono confrontati sul tema “Persone e tecnologia: un difficile equilibrio per la competitività”.

Area Comunicazione Confindustria Umbria
Maria Luisa Grassi 075.5820253 335.5691928 grassi@confindustria.umbria.it
Chiara Santilli 075.5820221 366.6650427 santilli@confindustria.umbria.it

ALLEGATI

Nessun allegato presente.

AUTORE: Chiara Santilli
DATA: 20 NOV 2020
TAGS: performance management, RISORSE UMANE
Ricerca notizie