Iniziative Imprese Associate

Monini. La Grande Bellezza dell’extravergine italiano alla conquista dei buyer stranieri

Monini accende i riflettori del Cibus di Parma sul tema del servizio nel mondo extravergine: occhi puntati sugli Aromatizzati, in crescita a doppia cifra sui mercati stranieri, e sulla sostenibilità. Presentate le lattine da collezione “firmate” Van Gogh. Regina dello stand la Monocultivar Coratina, incoronata da EVOOLEUM il miglior extravergine del 2022 

Parma, 6 maggio 2022 – In un’edizione fortemente caratterizzata dal tema estero – tra l’atteso ritorno di espositori e buyer stranieri e le preoccupazioni per l’evoluzione delle tensioni internazionali – Monini accende i riflettori al Cibus di Parma (3 – 6 maggio 2022) sulla “Grande Bellezza” italiana, con una proposta vivace e colorata, ma soprattutto capace di offrire al consumatore un alto contenuto di servizio.

Tra le innumerevoli variazioni sul tema extravergine, particolare attenzione quest’anno ad una nicchia sempre più apprezzata al di qua e al di là dell’Oceano: gli oli extravergini Aromatizzati.  Una categoria di cui la casa di Spoleto è stata precorritrice – gli Aromatizzati Monini sono stati i primi ad apparire sugli scaffali e gli unici per molti anni – e di cui detiene saldamente la leadership di mercato, avendo fatto registrare anche nel 2021 le più alte vendite nel segmento, sia a volume sia a valore (Dati Nielsen RMS, 2021 DM Italia).

Se quello domestico è un mercato “maturo”, è proprio sull’export che crescono numeri e ambizioni: attualmente il segmento Aromatizzati rappresenta per Monini il 6% del fatturato complessivo export, ma negli ultimi 3-4 anni le vendite sono cresciute costantemente a doppia cifra in tutti i Paesi target – Polonia, Svizzera, Germania, Paesi Bassi, Paesi Scandinavi e Stati Uniti -, con un exploit nel 2021 del 28% a valore.

Il loro successo – spiega Umberto Villa, Direttore Export Monini – è dovuto principalmente all’alto contenuto di servizio e alla versatilità di utilizzo. L’aspetto salutistico dell’olio extravergine di oliva unito alle erbe e agli aromi mediterranei sono particolarmente apprezzati nei mercati del Nord e dell’Est Europa”. Un profumo d’Italia che consente di personalizzare e donare un tocco glamour ai propri piatti: particolarmente apprezzati gli aromi Limone, Tartufo Bianco, Basilico, Aglio & Peperoncino. Spostandosi sui mercati asiatici – ancora acerbi su questo fronte, anche se è stata avviata in Giappone e Corea del Sud la commercializzazione – l’attenzione è più incentrata sugli oli funzionali – Olio di Lino, Olio di Sesamo e Olio di Noce – più vicini al palato locale.

Rientrando nei confini nazionali, il concetto di servizio si declina soprattutto nella praticità di utilizzo e nella possibilità di abbattere gli sprechi. Occhi puntati su Premi & Spremi, l’innovativo extravergine nato per l’out of home, ma subito adottato anche tra le mura di casa. Uno speciale tappo dosatore assicura infatti zero sprechi e un dosaggio preciso per ogni ricetta, mentre il formato PET – entro la fine dell’anno al 100% riciclato (oggi siamo al 50%) – assicura maneggevolezza e ovviamente rispetto dell’ambiente.

Proprio sul fronte ambiente arrivano i primi risultati del progetto “Carbon Neutral”, presentato alla scorsa edizione di Cibus. Monini è stata infatti la prima grande azienda del settore a scegliere in maniera volontaria di compensare integralmente le emissioni di CO2 prodotte durante l’intero ciclo di vita dai suoi due prodotti più venduti, il Classico e il Delicato, che insieme rappresentano circa il 67% delle bottiglie prodotte in un anno. Dall’avvio operativo del progetto (novembre 2021) sono stati “annullati” circa 22,8 milioni di kg di CO2, mentre sono a disposizione crediti per compensarne ulteriori 65,3 milioni di kg. Il progetto, partito in Italia, raggiungerà entro l’anno ben 10 Paesi esteri (Germania, Austria, Paesi Bassi, Francia, Romania, Svezia, Danimarca, Finlandia, Slovenia, Croazia) per un volume complessivo di 2,4 milioni di litri compensati.

Parlando di risultati non si può non citare quello straordinario di uno dei vanti di casa Monini, la Monocultivar Coratina Bio, incoronata – ex aequo – miglior extravergine al mondo del 2022 dal prestigioso concorso EVOOLEUM. Soddisfazione anche per la Monocultivar Frantoio Bio, eletto miglior olio della varietà Frantoio, a conferma della qualità di una linea espressione dell’incomparabile ricchezza olivicola dell’Italia, che sarà tra i protagonisti dello stand.

Dulcis in fundo, la bellezza. Se è vero che sarà lei a “salvare il mondo”, Monini porta in fiera la poesia di Van Gogh, con una Limited Edition che fa incontrare arte e creazione culinaria. Tre lattine da collezione – il magico “Campo di Iris nei pressi di Arles” (1888), il celebre “Autoritratto con cappello di paglia” (1887) e l’”Oliveto” (1889) – che si aggiungono alla storica lattina anni ’50, riprodotta in occasione del Centenario dell’azienda, perché anche in cucina serve il giusto abito. L’iniziativa prende spunto dalla mostra “Van Gogh and the Olive Groves”, ospitata dal 11 marzo al 12 giugno 2022 al Van Gogh Museum di Amsterdam e realizzata con il sostegno dell’azienda italiana. Un’iniziativa internazionale che celebra il fascino di Van Gogh per l’olivo come potente simbolo che per l’artista incarna perfettamente il legame dell’uomo con la natura.Le lattine, che riproducono nella forma quelle originali con cui l’olio Monini iniziò il suo viaggio da Spoleto nel mondo, contengono olio extravergine d’oliva Monini, Categoria Superiore, 100% italiano, e in Italia sono disponibili fino al 2023 sul Monini Amazon Store.

 

Ufficio stampa Monini

Lead Communication T. 02 860616

anita.lissona@leadcom.it 335 498993

federica.levi@leadcom.it 3381220693

AUTORE: Maria Luisa Grassi
DATA: 06 MAG 2022
TAGS: