Cancellotti si aggiudica un appalto per la nuova linea della metro di Milano

Da sinistra Maurizio Mariotti e Francesco Cancellotti

Da sinistra Maurizio Mariotti e Francesco Cancellotti

Battendo la concorrenza delle agguerrite aziende del settore della prefabbricazione dell’Italia settentrionale, l’impresa perugina Cancellotti S.r.l. si è aggiudicata un importante appalto da 15 milioni di euro per la fornitura di prefabbricati per la realizzazione della metropolitana MM4, Linea 4 di Milano. L’azienda umbra, specializzata nella produzione di prefabbricati e manufatti impiegati nel settore infrastrutturale, civile ed industriale (barriere new jersey, conci prefabbricati, barriere fonoassorbenti) ha, poco prima di Natale, sottoscritto un contratto che prevede la fornitura di conci, cioè elementi prefabbricati in cemento strutturale con cui si realizzano anelli per il rivestimento di gallerie idrauliche, ferroviarie e stradali.

Cancellotti ha acquisito, nel corso degli ultimi 20 anni, una competenza specifica nella produzione di conci prefabbricati per gallerie realizzate con scavo meccanizzato con TBM (talpa), divenendo uno degli operatori di riferimento del settore a livello nazionale.

“Siamo particolarmente orgogliosi di poter concorrere alla realizzazione di quest’opera – ha spiegato Maurizio Mariotti, amministratore delegato dell’azienda – sia perché Milano è una città particolarmente attenta alla modernità e funzionalità delle opere infrastrutturali, badando quindi molto alla qualità e alla affidabilità nella selezione dei fornitori, sia perché siamo riusciti a vincere la concorrenza di aziende strutturate e che operano da anni del nostro stesso settore. Ciò è potuto accadere anche perché – ha continuato Mariotti – ci siamo impegnati a organizzare un sito produttivo a Carvico in provincia di Bergamo, a circa 50 chilometri da Milano. Qui, a partire dal mese di giugno, cominceremo a produrre conci di due diverse dimensioni. Le prime consegne sono previste intorno alla fine del 2017”. L’appalto per la linea 4 della metropolitana di Milano, impegnerà l’azienda perugina per almeno due anni con una produzione prevista di circa 70 mila metri cubi di calcestruzzo per la realizzazione dei conci. Si tratta quindi di un appalto particolarmente importante per la Cancellotti, che, con il suo gruppo, ha chiuso il 2015 con un fatturato di 34 milioni di euro e un andamento positivo in controtendenza rispetto al mercato di riferimento.

L’azienda, con sede a Ponte Valleceppi, è stata fondata da Delfo Cancellotti nel 1956. Oggi il gruppo Cancellotti rappresenta una importante realtà aziendale, guidata dal figlio Francesco e dal genero Maurizio Mariotti, che dà lavoro a circa 80 collaboratori, un numero destinato ad aumentare non appena partirà la produzione a Carvico. ”Ferma restando la qualità dei nostri prodotti – ha aggiunto Mariotti – che si basa su una costante innovazione tecnologica, la capacità della nostra azienda di restare sul mercato, nonostante i lunghi anni di crisi, è legato principalmente a due fattori: una conquistata solidità finanziaria e la scelta di diversificare la nostra attività andando ad occupare spazi in settori contigui al nostro”. Accanto all’attività principale legata alla produzione di barriere di sicurezza e pannelli fonoassorbenti per strade a autostrade, in anni recenti Cancellotti ha, infatti, investito – anche attraverso l’acquisizione di altre società in Italia – sul settore della prefabbricazione per infrastrutture ferroviarie e per impianti di depurazione acque.

Attualmente il gruppo è costituito da tre società: Cancellotti S.r.l., che si occupa prevalentemente della produzione di conci, new jersey e pannelli fonoassorbenti, Edilflor, con sede a Forlimpopoli e un sito produttivo in Sardegna, vicino Sassari, impegnata principalmente nella realizzazione di predalles e muri di sostegno prefabbricati e Trav.Cem con sede in provincia di Viterbo, specializzata nelle produzioni per il comparto ferroviario.