Gli studenti degli istituti superiori nelle piccole e medie imprese di Confindustria Umbria per la 6° edizione del PMI DAY

Appuntamento per il 13 novembre con il Pmi Day, la Giornata nazionale promossa da Piccola Industria, cui sin dall’inizio aderisce anche Confindustria Umbria, che apre a studenti e insegnanti le piccole e medie imprese per visite aziendali ed incontri.

Record di partecipazione per questa sesta edizione con oltre 850 imprese coinvolte (il 20% in più rispetto allo scorso anno) e più di 34.000 partecipanti all’iniziativa (+12%) che vede in campo 64 Associazioni di Confindustria in 78 province.

In Umbria saranno undici le aziende del territorio, di diversi settori produttivi, che ospiteranno altrettante classi delle scuole superiori regionali.

Dal nord al sud del Paese i giovani, i loro insegnanti, ma anche giornalisti e amministratori locali, potranno conoscere da vicino l’attività delle imprese del territorio, l’impegno degli imprenditori e delle persone che vi lavorano e vedere come insieme contribuiscano a determinare la crescita del Paese.

Le imprese umbre che quest’anno hanno aderito sono: Arnaldo Caprai Società Agricola di Montefalco, Cantine Giorgio Lungarotti di Torgiano, Cardinalini & C. di Montecastrilli, Cartotecnica Tifernate di Città di Castello, Ciotti Luciano di Baschi, Hotel Ristorante Cursula di Cascia, Meccanotecnica Umbra di Campello sul Clitunno, Officine Meccaniche Galletti di Perugia, Umbra Cuscinetti di Foligno, Umbria Gas sedi di Assisi e Città di Castello e Villa Salus di Bastia Umbra.

Nella mattinata di venerdì 13 novembre, oltre 200 studenti di alcune classi degli istituti d’istruzione superiore visiteranno le sedi produttive delle undici aziende per scoprire come nasce un prodotto, ma soprattutto per conoscere il ruolo fondamentale che l’impresa svolge nell’economia e nella società. Si tratta di: Istituto Istruzione Superiore Franchetti-Salviani e Patrizi-Baldelli-Cavallotti di Città di Castello, Istituto Istruzione Superiore Ciuffelli-Einaudi di Todi, l’Istituto tecnico e tecnologico Volta di Perugia, Ite-Ipsia Cassata-Gattapone di Gubbio, l’Istituto tecnico e tecnologico Da Vinci di Foligno, la Scuola per estetiste Puntoform, l’Istituto Istruzione Superiore Polo-Bonghi di Assisi, Istituto Tecnico Commerciale Casagrande-Cesi di Terni, l’Istituto Istruzione Superiore Tecnico Professionale di Spoleto, l’Istituto Alberghiero di Assisi e il Liceo Scientifico Majorana di Orvieto.

“Ci piacerebbe che le giovani generazioni di questa regione – ha sottolineato il presidente di Confindustria Umbria Ernesto Cesaretti – vedessero le nostre imprese come un luogo bello, in cui portare la loro voglia di fare, ma anche che avessero la percezione di come e dove nascono i prodotti e i servizi che usano tutti i giorni. Siamo convinti che nulla sia più convincente e suggestivo dell’assistere da vicino a un processo produttivo della nostra industria manifatturiera. Anche quest’anno le nostre imprese hanno aderito con entusiasmo dedicando tempo ad accompagnare i ragazzi nei luoghi dove il valore della competenza e la cultura del fare danno vita a prodotti e a servizi che fanno l’eccellenza e la forza della nostra economia”.

“Questo evento – ha aggiunto Anna Maria Baldoni, Presidente Piccola Industria Confindustria Umbria – si inserisce pienamente in seno all’indirizzo della recente riforma scolastica che vede nell’alternanza scuola lavoro il fulcro di un nuovo rapporto, più efficace, tra scuola ed azienda in modo che il curriculum formativo degli studenti sia più vicino alle esigenze delle imprese.”