Polo Aerospaziale dell’Umbria al Salone Aeronautico di Parigi dal 15 al 21 giugno

Da sinistra: Antonio Alunni, presidente del Polo aerospaziale dell'Umbria e Antonio Baldaccini, ad di Umbra Gruop

Da sinistra: Antonio Alunni, presidente del Polo aerospaziale dell’Umbria e Antonio Baldaccini, ad di Umbra Group

Anche quest’anno le aziende del Polo Aerospaziale dell’Umbria parteciperanno alla fiera internazionale “Paris air show” di Le Bourget – a pochi chilometri da Parigi – in programma dal 15 al 21 giugno. Il Paris Air Show, che si svolge ogni due anni, è il più importante salone internazionale dedicato all’aeronautica e all’aerospazio ed è una grande occasione di incontro tra tutti gli operatori del settore. Dal 15 al 21 giugno, quindi, l’attenzione globale sarà concentrata sul meglio della produzione di sistemi e componenti aeronautici e spaziali. Con oltre 350 mila visitatori, più di 2.200 espositori, 285 delegazioni internazionali, più di 3.000 giornalisti accreditati, la fiera di Le Bourget rappresenta un appuntamento immancabile per le imprese aerospaziali di tutto il mondo.

Con questa consapevolezza, il Polo Aerospaziale dell’Umbria, promosso da Confindustria Umbria e sostenuto dalla Regione Umbria e dal Centro Estero Umbria, partecipa per la quarta volta alla manifestazione insieme a: CBL Electronics, Comear, Fucine Umbre, NCM, Fomap, OMA, QFP, RF Mycrotech, SkyRobotic, Umbra Group.

L’Umbria si appresta dunque a presentare una selezione significativa del suo cluster di settore, che conta complessivamente 28 imprese, con oltre 2.300 addetti e che costituisce uno dei pochi comparti che, negli ultimi anni di crisi generale, ha mantenuto livelli di crescita costante. In programma durante la settimana parigina ci sono, oltra a numerosi incontri bilaterali, tanti appuntamenti che hanno l’obiettivo di mettere in contatto diretto le aziende umbre con importanti operatori del settore.

“Da quando è stato costituito il Polo Aerospaziale non abbiamo mai mancato di partecipare a questo importantissimo appuntamento – ha sottolineato il presidente Antonio Alunni – così come siamo sempre stati presenti a Londra-Farnborough. Abbiamo cominciato nel 2009 con Parigi e oggi ci apprestiamo a tornarvi per la quarta volta, nella certezza che anche questa edizione costituirà un’occasione per nuove opportunità di business. Le esperienze passate hanno infatti determinato per molte delle nostre imprese occasioni uniche di confronto con i grandi operatori del settore, contribuendo in maniera determinante alla crescita e all’affermazione delle nostre realtà. Un ringraziamento particolare alla Regione Umbria, al Centro Estero dell’Umbria e alle Casse di Risparmio dell’Umbria per il sostegno che hanno sempre riservato alle nostre iniziative”.