Primo anno di successo per Covestro. Raggiunti tutti gli obiettivi finanziari nel 2015

Primo anno di successo per Covestro • EBITDA rettificato in aumento del 41,3% rispetto al 2014 di 1,64 miliardi di euro • vendite in crescita del 2,7% a 12.08 milioni di euro • balzo dei profitti nei policarbonati – segmento CAS con vendite record • flusso di cassa operativo a un nuovo picco di 964 milioni di euro • primo dividendo di euro 0,70 proposto per azione • crescita dei volumi e alti flussi di cassa attesi di nuovo nel 2016

Il produttore di materiali Covestro può guardare indietro a uno sviluppo di vero successo nel suo primo anno di indipendenza. Tutti gli obiettivi finanziari sono stati raggiunti nel 2015. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, l’EBITDA rettificato è aumentato notevolmente, e il free cash flow operativo ha raggiunto un livello record. La società recentemente quotata programma di pagare i propri azionisti per la prima volta con un dividendo di euro 0,70 per azione. Covestro ritiene di essere in corsa per un’ulteriore crescita nel 2016 e spera di generare ancora una volta flussi di cassa elevati.

“Il 2015 è stato ricco di eventi, ma anche un grande successo economico per la nostra azienda”, ha affermato il CEO Patrick Thomas. “Abbiamo dimostrato una forte capacità di guadagno mentre raggiungevamo l’indipendenza, ottenere la quotazione in borsa e l’ammissione al MDAX. La nostra forza finanziaria ci ha posto in cima alla nostra industria. Tutti e tre i segmenti hanno contribuito alla performance positiva. “

Situazione della domanda e dell’offerta più favorevole Nell’anno in esame, Covestro ha aumentato l’EBITDA rettificato del 41,3% rispetto al 2014 a 1,64 miliardi di euro. Questo può essere attribuito principalmente a una situazione della domanda e dell’offerta più favorevole così come ai volumi più alti. Di conseguenza, le vendite sono aumentate del 2,7% raggiungendo i 12,08 miliardi di euro, nonostante il calo dei prezzi di vendita. La crescita del volume di base – un nuovo importante indicatore chiave di performance per il controllo del Gruppo – è aumentato nella stessa proporzione. Tutte e tre le regioni in cui opera la società hanno registrato una crescita dei volumi lo scorso anno.

Crescita degli utili in tutti i segmenti Una crescita dei volumi del 1,8% è stato registrato anche nel 2015 per il più grande segmento, Poliuretani, dove Covestro sviluppa e produce precursori per schiume di alta qualità. Dal momento che i prezzi di vendita sono diminuiti bruscamente principalmente a causa della riduzione dei prezzi delle materie prime, le vendite del segmento sono diminuite del 3,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente a 6,09 miliardi di euro. Tuttavia, l’EBITDA rettificato è aumentato del 5,4% arrivando a 624 milioni di euro. Nei policarbonati, l’EBITDA aggiustato è più che triplicato rispetto al 2014 arrivando a 560 milioni di euro. Con un fatturato in crescita del 12,4% (3,17 miliardi di euro), la crescita del volume di base è pari a 5,2%. Il policarbonato è un materiale plastico versatile ad alte prestazioni prodotto e costantemente ottimizzato da Covestro.

Le vendite nel segmento rivestimenti, adesivi e specialità (CAS) sono cresciute del 8,6% rispetto al 2014 raggiungendo un livello record di 2,09 miliardi di euro, mentre la crescita del volume di base è stata del 2,7%. L’EBITDA rettificato è aumentato del 12,4% arrivando a 491 milioni di euro. Il segmento comprende materie prime per rivestimenti, adesivi e sigillanti, nonché specialità come pellicole di alta qualità.

Tutti e tre i segmenti hanno contribuito ad un aumento del free cash flow operativo di oltre il 200% toccando il record di 964 milioni di euro. Come con l’EBITDA aggiustato, questo dato ha più che soddisfatto le aspettative di un aumento significativo. Covestro è stata in grado di ridurre le passività sostanzialmente nel 2015. L’indebitamento finanziario netto è diminuito di 1,89 miliardi di euro e attualmente è pari a 2,21 miliardi di euro. Il rating di Baa2 con outlook stabile, che Covestro ha ricevuto dal’agenzia di rating Moody subito dopo la quotazione in Borsa lo scorso ottobre, ha confermato l’affidabilità creditizia della società sul mercato internazionale dei capitali. Alla luce del positivo sviluppo del business, Covestro intende condividere il suo successo commerciale con gli azionisti. Il Consiglio di Amministrazione e il Consiglio di Sorveglianza propongono il pagamento di un primo dividendo per il 2015 di euro 0,70 per azione.

Continua la crescita dei volumi e l’alto flusso di cassa atteso Date le aspettative positive per l’economia globale e lo sviluppo dei settori dei clienti chiave come l’automotive, l’edilizia, l’elettrico e l’elettronico, e le industrie dei mobili, Covestro ha stabilito un obiettivo per il 2016 di un incremento percentuale di metà di una cifra in crescita del volume di base. Il free cash flow operativo dovrebbe essere ad un livello elevato e al di sopra della media degli anni precedenti. La società prevede anche di guadagnare di nuovo nel 2016 il suo costo del capitale. Il ritorno sul capitale investito (ROCE) dovrebbe superare il costo del capitale. Al 9,5%, il ROCE aggiustato è stato sostanzialmente più alto dello scorso anno rispetto ai costi di capitale del 7,2%.